Certificato di destinazione urbanistica (CDU)

Descrizione

Il Certificato di Destinazione Urbanistica (C.D.U.) è un documento rilasciato dal Comune contenente la destinazione urbanistica relativa ad un’area.

Quando occorre?

  1. quando si stipula un atto di compravendita, di divisione o di donazione avente ad oggetto un terreno che non sia pertinenza di un edificio qualsiasi sia la sua superficie;
  2. quando si stipula una atto di compravendita, di divisione o di donazione avente ad oggetto un terreno che costituisce pertinenza di un edificio censito al Nuovo Catasto Edilizio Urbano (oggi Catasto Fabbricati) se di superficie uguale o superiore a 5.000 mq.

Ai sensi dell’art.40 del DPR 445/2000 e smi “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa” i certificati di destinazione urbanistica (CDU) prodotti:

  • a soggetti privati: riportano, a pena di nullità, la dicitura: “Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi”;
  • alla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono validi e utilizzabili solo nei rapporti con i privati. Nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli articoli 46 e 47 del suddetto DPR.

Viene rilasciato dal Comune nei casi di richiesta da parte di:

  • Agenzia delle Entrate;
  • Tribunale (anche per il tramite di professionisti incaricati);
  • privati in caso di aree da cedere al Comune.

Quando la domanda viene presentata per altri fini privati, trascorsi 30 gg. dalla presentazione della domanda, l’alienante può sostituire la certificazione con una dichiarazione attestante la destinazione urbanistica dei terreni; per tale dichiarazione ci si può avvalere di un tecnico abilitato.

Cosa fare

Il proprietario dell’area deve presentare allo Sportello Unico per l’Edilizia presso l’ufficio protocollo comunale o tramite pec (comune.montescudo-montecolombo@legalmail.it) la domanda, allegando:

  • marca da bollo € 16,00 da applicare sulla domanda;
  • estratto di mappa catastale aggiornato acquisibile presso l’Agenzia del Territorio di Rimini con evidenziate le particelle interessate;
  • ricevuta versamento dei diritti di segreteria di € 36,00  (€ 72,00 nel caso di richiesta con carattere di urgenza), effettuato sul c.c. postale n.1031644774 oppure c.c. bancario codice Iban IT 52 Y 03599 01800 000000139080 intestato a Comune di Montescudo – Monte Colombo Servizio Tesoreria;
  • marca da bollo € 16,00 da applicare sul certificato rilasciare.
  • modulo di dichiarazione marca da bollo virtuale (se la domanda viene inoltrata via PEC);
  • modulo di procura speciale per l’invio della pratica (se la domanda viene inoltrata via PEC).

In caso di autocertificazione non dovranno essere versati i diritti di segreteria né la seconda marca da bollo per il ritiro del certificato.

Validità del certificato

Il Certificato di Destinazione Urbanistica ha validità di un anno dalla data del rilascio se non sono, nel frattempo, intervenute modificazioni agli strumenti urbanistici, anche per effetto di misure di salvaguardia.

Riferimenti normativi

Art. 30 comma 2 D.P.R 380 del 2001

Dove rivolgersi

  • Per informazioni, Geom. Nico Angelucci: 0541 864060 – angelucci@comune-montescudo-montecolombo.rn.it
  • Per il ritiro del certificato occorre rivolgersi all’ufficio dello Sportello Unico per l’Edilizia – Area Tecnica Loc. Montascudo

Allegati

Qui sotto trovi la modulistica relativa al procedimento.

1-richiesta c.d.u.